Tu sei qui

Progetto Intercultura: "Italiano seconda lingua"

Analisi della situazione

Lumezzane, ponendosi come polo industriale, esercita una forte attrazione di manodopera ed è per questo da anni interessato al fenomeno dell’immigrazione.

Il presente progetto, attuato nell’Istituto da alcuni anni, viene riproposto con elementi di continuità rispetto ai precedenti, ma anche con nuove risposte sia in conseguenza della verifica del già fatto, sia come attenzione a bisogni nuovi che si vanno delineando come importanti e da non sottovalutare. Negli ultimi anni la situazione è stata la seguente:

  • presenza consolidata di nuclei familiari che si sono costituiti in Italia o sono a Lumezzane da molti anni (i figli sono nati qui o qui sono arrivati piccolissimi)
  • graduale aumento della presenza di bambini grazie ai ricongiungimenti familiari; una presenza che, se si sbloccasse il mercato della casa, aumenterebbe in misura notevole
  • difficile gestione dei rapporti con le famiglie; in particolare si nota l’assenza della figura materna nei rapporti con la scuola, soprattutto per la comunità pakistana, la più presente nella scuola
  • scarsa attenzione delle famiglie al tempo extrascolastico dei bambini e impossibilità della famiglia a seguirli nello studio individuale, per cui l’acquisizione dell’italiano è limitata agli spazi scolastici
  • necessità di rivalutare l’identità degli alunni immigrati, attraverso una valorizzazione dei loro vissuti, della propria storia e della propria lingua madre
  • necessità di conoscere le reciproche differenze per riflettere insieme e ricercare modalità possibili di convivenza.
    Per motivi di lavoro alcune famiglie ben inserite nel nostro contesto si stanno trasferendo all’estero e le partenze sono spesso improvvise e si verificano nel corso dell’anno scolastico.

Motivazione

Il progetto si inserisce nell'offerta formativa dei due ordini di scuola dell’Istituto, ponendosi come strumento efficace per educare, in un  processo continuo di integrazione, al rispetto delle reciproche diversità, promuovendo il dialogo interculturale.

In questo contesto il progetto si pone come indispensabile strumento per rimuovere gli ostacoli che non permettono la fruizione della scuola come laboratorio di cultura aperta a tutti.

Articolazione

Per rispondere alle necessità evidenziate sopra, si è articolato il progetto in quattro parti, ciascuna con una propria autonomia, ma strettamente legate dal comune obiettivo di realizzare una scuola ricca di offerte educative, una scuola  capace di attivarsi perché tutti abbiano le stesse opportunità di crescita.

Metodologia

La lingua proposta in questo primo approccio è una lingua fortemente contestualizzata al mondo che circonda i ragazzi: la scuola, la famiglia, la relazione con compagni ed insegnanti, per metterli in grado di stabilire contatti, esprimere bisogni e richieste, capire ordini ed indicazioni (la lingua “del qui e ora”) e avviarli all’acquisizione della lingua per “narrare”.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.67 del 08/05/2019 agg.16/06/2019